CORRUZIONE

Sistema Sosta Mobilità | SpA

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e Responsabile per la trasparenza di Sistema Sosta e Mobilità S.p.A., nominato con delibera dell’Assemblea dei Soci del 23/05/2014 ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 23.05.2014. è la dott.ssa Valentina Bulfone, Direttore Amministrativo.

Recapiti dott.ssa Valentina Bulfone:

tel 0432512820

fax 0432229493

mail vbulfone@ssm.it

Modello di Organizzazione e Gestione e Piano per la prevenzione della corruzione

Sistema Sosta e Mobilità S.p.A. ha adottato un Modello di Organizzazione e Gestione ai sensi dell’art. 6, c. 3 del D. Lgs. 231/2001. Tale Modello è stato integrato con i contenuti previsti dalla L. 6 novembre 2012, n. 190 (“Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”). Ad integrazione delle misure anticorruzione ivi contenute, la Società predispone un Piano triennale per la prevenzione della corruzione.

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA LEGGE N. 190 DEL 06/11/2012 TRIENNIO 2014-2016

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA LEGGE N. 190 DEL 06/11/2012 TRIENNIO 2015-2017

PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA LEGGE N. 190 DEL 06/11/2012 TRIENNIO 2016-2018

DOCUMENTO INTEGRATIVO AL M.O.G. - MISURE AGGIUNTIVE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA L. 190/2012 – TRIENNIO 2017-2019 (.pdf)

DOCUMENTO INTEGRATIVO AL M.O.G. - MISURE AGGIUNTIVE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA L. 190/2012 – TRIENNIO 2017-2019 (doc. scansionato)

DOCUMENTO INTEGRATIVO AL M.O.G. - MISURE AGGIUNTIVE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA L. 190/2012 – TRIENNIO 2018-2020 (.pdf)

DOCUMENTO INTEGRATIVO AL M.O.G. - MISURE AGGIUNTIVE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA L. 190/2012 – TRIENNIO 2018-2020 (doc. scansionato)

DOCUMENTO INTEGRATIVO AL M.O.G. - MISURE AGGIUNTIVE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AI SENSI DELLA L. 190/2012 – TRIENNIO 2019-2021 (.pdf)

Relazione del Responsabile per la prevenzione della corruzione e Responsabile per la trasparenza.

Relazione RPC-RT dicembre 2014 (Scansionato)

Relazione RPC-RT dicembre 2014 form A

Relazione del responsabile per la prevenzione della corruzione - scheda in formato .xlsx 2014

Relazione RPC-RT dicembre 2015 (scansionato)

Relazione RPC-RT dicembre 2015 form A

Relazione del responsabile per la prevenzione della corruzione - scheda in formato .xlsx 2015

Relazione RPC-RT dicembre 2016 (scansionato)

Relazione RPC-RT dicembre 2016 form A

Relazione del responsabile per la prevenzione della corruzione - scheda in formato .xlsx 2016

Relazione RPC-RT novembre 2017 (scansionato) 

Relazione RPC-RT novembre 2017 form A

Relazione del responsabile per la prevenzione della corruzione - scheda in formato .xlsx 2017 

Relazione RPC-RT novembre 2018 (scansionato)

Relazione RPC-RT novembre 2018 form A

Relazione del responsabile per la prevenzione della corruzione - scheda in formato .xlsx 2018

Atti di adeguamento a provvedimenti CiVIT

Non vi sono atti di adeguamento.

Atti di accertamento delle violazioni delle disposizioni di cui al D.Lgs. 39/2013

Non vi sono atti di accertamento.

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L’INTEGRITA’

WHISTLEBLOWING - Segnalazione di condotte illecite

SSM ha attivato una piattaforma informatica per contrastare la corruzione, nell’ambito del progetto WhistleblowingPA promosso da Transparency International Italia e il Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali, che permette di inviare segnalazioni di illeciti o irregolarità di cui si è venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato, in maniera sicura e confidenziale tutelando l’identità del segnalante.

Le caratteristiche di questa modalità di segnalazione sono le seguenti:

  • la segnalazione viene fatta attraverso la compilazione di un questionario;
  • la segnalazione viene ricevuta dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPC) e da lui gestita mantenendo il dovere di confidenzialità nei confronti del segnalante;
  • nel momento dell’invio della segnalazione, il segnalante riceve un codice numerico di 16 cifre che deve conservare per poter accedere nuovamente alla segnalazione, verificare la risposta dell’RPC e dialogare rispondendo a richieste di chiarimenti o approfondimenti;
  • la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone).

Le segnalazioni possono essere inviate all’indirizzo web https://ssm.whistleblowing.it/

torna al menù